Navigazione veloce

liberAmente

Il “progetto Lettura” è quasi sicuramente uno dei più caratterizzanti il nostro istituto, ormai da diverso tempo. Esso si articola ogni anno in modo peculiare e prevede alcune attività specifiche per ciascun plesso, altre cosiddette interplesso (ossia che avvicinano alunni della stessa fascia di età ma che frequentano scuole diverse), altre ancora atte a favorire la continuità tra ordini di scuola diversi.
Nelle pagine dedicate a ciascuna scuola (raggiungibili dal menù “I plessi dell’istituto” nella colonna di sinista) è possibile trovare le articolazioni del progetto Lettura relative a questo anno scolastico, specifiche di ciascun plesso. In questa pagina vorremmo raccogliere invece alcune esperienze comuni a tutti i plessi e alcuni materiali che possano aiutare adulti e ragazzi a sfruttare internet come strumento per la ricerca dei libri e per condividere con altri l’esperienza della lettura.

“Tra i diversi strumenti dell’uomo il più stupefacente è, senza dubbio, il libro. Gli altri sono estensioni del suo corpo. Il microscopio, il telescopio, sono estensioni della sua vista. Il telfono è estensione della voce. Poi ci sono l’aratro e la spada, estensioni del suo braccio. Ma il libro è un’altra cosa: il libro è un’estensione della memoria e dell’immaginazione.” (Borges)

“Ciò che è stato scritto può non solo non essere perduto, ma sfavillare in attesa di essere decifrato.”
(Antonella Anedda)

La struttura che connette tutti i progetti del nostro Istituto che ruotano attorno al tema della lettura è il libro.

Il libro: oggetto concreto, ma anche metafora.
Scrigno e custode.
Memoria che attiva processi di rielaborazione,
che riesce a coniugare emozione e apprendimento,
che unisce il saper leggere e il saper scrivere,
che presuppone uno scrittore e un lettore.
Diario di bordo, album fotografico, paesaggio.
Oggetto da abbracciare con lo sguardo,
è fatto della natura del suo contenuto,
la pagina è il suo elemento.
Una pagina bianca è come una nuova giornata da vivere.
Libro: fatto di materiali, riempito di colori, raccontato ogni volta in modo diverso.
Libro: scritto a mano, a macchina, con il computer, tipograficamente.
Il libro della vita, delle esperienze, della scuola, del paese.
Il libro dà dignità alla parola in funzione della comunicazione.
Il libro stampato: da un originale produrre molte copie per raggiungere molteplici destinatari.
(dal primo POF del nostro Istituto, a.s. 2001 / 2002)

Settimana della lettura

La chiamiamo settimana, ma in questi ultimi anni potremmo anche parlare di mese: si tratta di un periodo in cui i progetti che hanno come tema la lettura affrontati nei vari plessi culminano, in attività che coinvolgono alunni, insegnanti e genitori. Più avanti potremo darvi la scansione delle attività di questo anno scolastico.

Biblioteca della scuola

Ciascuno dei plessi del nostro Istituto ha la sua piccola grande biblioteca (per alcuni plessi, quest’anno in ristrutturazione). I bambini e i ragazzi possono accedere ai libri, sceglierli, prenderli in prestito, portarli a casa, prendersene cura, leggerli (o farseli leggere, per i più piccoli) come in una vera biblioteca. Fin dalla scuola dell’infanzia quello del prendere un libro in prestito diventa un rito che significa tanto: unisce la scuola alla famiglia, tramite un oggetto concreto che da scuola accompagna il bambino a casa e poi torna a scuola; avvicina i bambini all’avventura della lettura; avvicina i bambini ai loro genitori, perché il libro è all’inizio un oggetto da sfogliare insieme e alla fine un’idea di cui discutere; permette a tutti, indipendentemente dalle abitudini delle famiglie di provenienza, di scoprire la passione per la lettura.

Biblioteche in rete

Nulla può sostituire l’esperienza dell’andare in biblioteca, dell’osservare i libri negli gli scaffali, di sfogliare titoli inaspettati. Ci piace ricordare, al proposito, una frase di Umberto Eco:

“Ora, cos’è importante nel problema dell’accessibilità agli scaffali? È che uno dei malintesi che dominano la nozione di biblioteca è che si vada in biblioteca per cercare un libro di cui si conosce il titolo. In verità accade sovente di andare in biblioteca perché si vuole un libro di cui si conosce il titolo, ma la principale funzione della biblioteca, almeno la funzione della biblioteca di casa mia e di qualsiasi amico che possiamo andare a visitare, è di scoprire dei libri di cui non si sospettava l’esistenza, e che tuttavia si scoprono essere di estrema importanza per noi.”

Quando però davvero stiamo proprio cercando un titolo in particolare, i cataloghi on line possono essere molto utili. Eccone alcuni:
Catalogo del Servizio Bibliotecario Nazionale;
Biblioteca comunale della città di Spinea (da questo sito è possibile accedere anche al catalogo on line e al blog della medesima biblioteca);
Sistema Bibliotecaria Urbano del Comune di Venezia (da questo sito è possibile accedere al catalogo on libe del SBU e del sistma ALVISE, nonché alle iniziative della Biblioteca Civica di Mestre e delle altre biblioteche veneziane);
Biblioteca C. Colombo (questo sito contiene tutte le informazioni indispensabili per capire come funziona la biblioteca della Scuola primaria “Cristoforo Colombo”: il progetto, il regolamento, le realizzazioni e – prossimamente – l’elenco dei libri).

Iniziative per bambini e ragazzi – libri consigliati

Nati per leggere
Il giralibro (Sito dell’associazione per la lettura “Giovanni Enriques”, che promuove la creazione di piccole bibliotechi scolastiche, iniziativa cui aderisce anche il nostro Istituto)
Letture di matematica e scienze (libri consigliati ai ragazzi della secondaria di primo grado, recensiti da alcuni alunni)

Recensioni e informazioni sui libri

Tecalibri
Bimbi.it comunicare per crescere
Librerie.it
MatePristem dell’Università Bocconi
Se prima di acquistare o prendere in prestito un libro vuoi, oltre che leggerne delle recensioni, provare a sfogliarne le pagine e a leggerne qualche brano, cercalo su google libri: sono davvero tanti i titolo già catalogati.

Libri e audiolibri in formato elettronico

LiberLiber (Su questo sito molti libri e audiolibri gratuitamente scaricabili in formato elettronico)
Biblioteca dei classici italiani (numerosi testi di autori italiani, leggibili in formato html)
OZoz (Un sito ricchissimo, che si propone la diffusione della cultura del libro tramite internet; da esso sono scaricabili oltre 500 testi in italiano e in inglese, nonché i primi capitoli di numerosi testi presenti in libreria; presente anche una serie di liks a siti di librerie on line e molto altro)
E-book gratis (anche da questo sito, puoi scaricare moltissimi libri, la maggior parte dei quali definiremmo “classici”, in formato elettronico, gratuitamente).
Attenzione: purtroppo questi siti, che mettono a disposizione così tanto materiale gratuitamente e per gestire i quali ci vuole tanto lavoro, spesso ospitano banner pubblicitari, proprio per potersi “mantenere”. Ci vuole un po’ di occhio critico, quindi, per distinguere i reali contenuti del sito da quella che è pura e semplice pubblicità.