Navigazione veloce

Bike to school: in cento sui pedali a scuola

Cento biciclette, o quasi, nel cortile della scuola secondaria Calamandrei: è il risultato della manifestazione Bike to school, in programma per la mattina di giovedì 20 aprile. I ragazzi hanno risposto all’appello dell’Ufficio per la Mobilità sostenibile del Comune di Venezia: un giorno all’anno chiede alle scuole che aderiscono al progetto “La mia scuola va in classe A”, come la Calamandrei, di lasciare l’auto a casa e raggiungere le classi in bici.
Tre i punti di ritrovo, per i ragazzi che provenivano dalle varie parti del territorio: la piazza S. Giorgio di Chirignago, la scuola elementare Colombo di via Bosso e la fine della ciclabile che proviene da Catene. Ad accompagnarli c’erano genitori, docenti, volontari degli Amici della Bicicletta; e anche la dirigente dell’Istituto comprensivo Colombo, Daniela Mazza, abituale utilizzatrice della due ruote, che non ha voluto mancare all’appuntamento.

Per un giorno Marghera e Chirignago, dunque, sono sembrate più vicine. Ci voleva la manifestazione Bike to school per “abbattere” la barriera viabilistica rappresentata dal cavalcavia di Catene. Un gruppo di una quindicina di alunni, accompagnati da alcuni genitori, da un docente e da un volontario degli Amici della Bicicletta, ha affrontato la trafficata corsia del cavalcaferrovia, scortato da una pattuglia della Polizia locale, per raggiungere la scuola in bicicletta. Di solito, solo gli alunni più grandi – e rigorosamente lungo lo stretto passaggio pedonale – affrontano il pericoloso tratto di strada tra Catene e Chirignago.

Anche durante la mostra “Lascia un post-it”, svoltasi a fine marzo, la pericolosità del cavalcaferrovia di Catene era stata indicata in cima alla black list della mobilità in zona, seguita da marciapiedi da migliorare, piste ciclabili da completare, allargare o mettere in sicurezza, passaggi pedonali da rendere meno pericolosi.

Il prossimo appuntamento, in programma per sabato 6 maggio dalle 9.00 alle 12.30 presso la scuola Calamandrei di via dell’Edera, vedrà il primo incontro di una task force, composta da genitori, docenti, associazioni e portatori d’interesse della zona, per mettere a fuoco i più importanti interventi da realizzare, per favorire una mobilità sostenibile e amica dei ragazzi nei percorsi casa-scuola.

 

 

Non è possibile inserire commenti.